Emergenza Covid-19: provvedimenti temporanei in ambito farmaceutico

AIFA sospende l’autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina per il trattamento del COVID-19 al di fuori degli studi clinici

nuove evidenze cliniche relative all’utilizzo di idrossiclorochina nei soggetti con infezione da SARS-CoV-2 (seppur derivanti da studi osservazionali o da trial clinici di qualità metodologica non elevata) indicano un aumento di rischio per reazioni avverse a fronte di benefici scarsi o assenti.

Per tale ragione, in attesa di ottenere prove più solide dagli studi clinici in corso in Italia e in altri paesi (con particolare riferimento a quelli randomizzati), l’AIFA sospende l’autorizzazione all’utilizzo di idrossiclorochina per il trattamento dell’infezione da SARS-CoV-2, al di fuori degli studi clinici, sia in ambito ospedaliero che in ambito domiciliare. Tale utilizzo viene conseguentemente escluso dalla rimborsabilità. Si ribadisce altresì che l’Agenzia non ha mai autorizzato l’utilizzo di idrossiclorochina a scopo preventivo.

consulta la notizia sul sito di AIFA

 

COVID-19: attenzione ai medicinali falsificati provenienti da siti web non registrati

L'Agenzia europea per i medicinali (EMA) esorta tutti i cittadini a non acquistare medicinali da siti web non autorizzati e da altri venditori che stanno facendo leva sui timori e sulle preoccupazioni legati alla pandemia in corso. Potrebbe infatti trattarsi di medicinali falsificati. L'assunzione di questi prodotti può causare gravi problemi di salute o peggiorare una condizione in corso. Si ricorda che in Italia è possibile acquistare farmaci on line solo dai venditori nazionali registrati presso il Ministero della Salute.

Si ribadisce che al momento non esistono medicinali autorizzati per curare la malattia da COVID-19.

Comunicato ema

 

Alert dal Centro Antiveleni del Niguarda: aumentate del 65% le intossicazioni domestiche da disinfettanti. Picco del 135% nella fascia pediatrica.

Il Centro Antiveleni dell'Ospedale Niguarda, ha pubblicato un Alert nel quale si evidenzia che le richieste di consulenza per intossicazione da disinfettati, utilizzati nella protezione dall'infezione da coronavirus, sono aumentate del 65%, con picco del 135% nella fascia di età inferiore ai 5 anni.

Leggi il comunicato integrale 

 

Prescrizione di farmaci e dispositivi

Erogazione in farmacia di idrossiclorochina su ricetta SSR

Al fine di gestire il rischio di carenza di idrossiclorochina Regione Lombardia ha disposto:

-prescrizione in pazienti covid-19 (off-label)il prescrittore riporta sulla ricetta l’indicazione che trattasi di paziente affetto da COVID-19, la farmacia deve consegnare solo una confezione anche nel caso in cui ne fossero prescritte altre confezioni.

-per le prescrizioni in-label (ambito reumatologico): possono essere prescritte al massimo 3 confezioni per garantire una copertura minima di terapia di 1 mese, la farmacia deve consegnare al massimo tre confezioni, anche nel caso in cui ne fossero prescritte più di tre.

Si ricorda inoltre che per i pazienti covid in dimissione, Regione ha disposto alle strutture ospedaliere di consegnare solo le quantità di compresse di idrossiclorochina necessarie per la durata della terapia.

Circolare regionale

 
 

Indicazioni tecnico-operative relative al superamento della stampa del promemoria cartaceo ed estensione della ricetta dematerializzata anche per i farmaci DPC

Al fine di adottare misure atte a limitare la circolazione dei cittadini fino al perdurare dello stato di emergenza COVID-19, il medico potrà rendere disponibile all’assistito la ricetta dematerializzata tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico o e-mail, oppure inviando il codice NRE con sms o comunicazione telefonica.

I medici potranno prescrivere su ricetta dematerializzata, invece che su ricetta rossa RUR, anche i farmaci in distribuzione per conto (DPC). Nelle more delle decisioni/indicazioni che dovrebbero essere fornite a breve da AIFA, si dispone inoltre che il Medico di Medicina Generale possa prescrivere direttamente su DEM anche i farmaci A/PHT senza piano terapeutico che richiedono la ricetta dello specialista.

Pertanto sono prescrivibili, da parte dei Medici di base con ricetta dematerializzata, tutti i farmaci PHT in classe A e cioè:
- I medicinali inseriti nella distribuzione per conto (DPC);
- I medicinali A/PHT che hanno il piano terapeutico (sia erogati in DPC che in convenzionata);
- I medicinali ex-osp2 riclassificati da AIFA in classe A/PHT(sia erogati in DPC che in convenzionata)
- Ossigeno liquido e gassoso

Rimangono invece esclusi dal passaggio a ricetta dematerializzata: 
-Farmaci destinati alla terapia del dolore,
-Farmaci stupefacenti e sostanze psicotrope assoggettati a documentazione dello scarico sul registro entrata uscita;
-Farmaci in classe C.

Circolare regionale

Chiarimenti alla circolare regionale

 

Nuovi Servizi per attivazione invio automatico codice NRE per prescrizioni Farmaceutiche

Regione Lombardia ha attivato le seguenti iniziative per facilitare la consegna del codice NRE delle ricette elettroniche farmaceutiche ai cittadini attraverso il cellulare e/o la posta elettronica:

1. Attivazione automatica di invio SMS/EMAIL ai contatti noti per i cittadini che hanno fornito il contatto tramite il sito del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) o presso gli sportelli di scelta e revoca

2. Nuovo servizio di attivazione SMS tramite sito FSE per gli assistiti lombardi che volessero attivare il servizio di notifica tramite SMS, ma non hanno mai avuto modo di accedere al sito del FSE e non dispongono delle credenziali di autenticazione

3. Nuovo servizio di attivazione SMS tramite Medico di medicina Generale: il Medico può attivare in autonomia, tramite il Sistema Regionale, l’invio automatico di SMS con i codici NRE delle nuove ricette elettroniche SOLO verso cellulari dei propri assistiti.

Circolare regionale

Per maggiori informazioni consulta il sito di regione 

 

Proroga validità piani terapeutici, farmaci e dispositivi

In considerazione della necessità di ridurre il rischio di infezione da SARS-CoV-2 nei pazienti anziani e/o con malattie croniche, limitando l’affluenza negli ambulatori specialistici al fine di ottenere il rinnovo di piani terapeutici si comunica che la validità dei piani terapeutici (PT) di medicinali già sottoscritti dai medici specialisti e che risultano in scadenza nei mesi di marzo, aprile, maggio sarà estesa di 90 giorni a partire dal momento della scadenza.

Come da comunicato  AIFA del 29/5/2020 limitatamente ai casi in cui non fosse ancora possibile seguire i percorsi di ordinario monitoraggio delle terapie soggette a piano terapeutico AIFA (web-based o cartaceo), la validità di tali piani può essere prorogata fino al 31 agosto.

Inoltre in analogia con le disposizioni relative ai PT dei medicinali sono prorogati di 90 giorni (a partire dal momento della scadenza) anche i PT  riferiti ai soggetti:

 –affetti da malattia rara

–con alimentazione speciale

– diabetici che necessitano di ausili per il controllo della glicemia,

– diabetici che necessitano sensori, microninfusori e relativo materiale di consumo

– pazienti stomizzati

– pazienti incontinenti che necessitano dei relativi ausili.

 

comunicazione regionale pt farmaci e dispositivi medici

comunicazione regionale pt malattie rare

comunicazione regionale pt e esenzioni per patologia maggio

comunicazione regionale pt malattie rare maggio

comunicazione regionale pt webcare giugno, luglio agosto

comunicazione regionale pt assistant_RL e altre piattaforme

comunicazione regionale proroga pt fino 31 agosto

 

Indicazioni in merito alla fruizione del budget per l’erogazione di prodotti per celiaci
 
Al fine di ridurre al minimo la mobilità dei cittadini celiaci, si è disposto di procede a unificare i budget attivi sulle mensilità di aprile e maggio, rendendo disponibile la somma dei budget sull'intero periodo. L’avvio di tale modalità avverrà a partire dal 15 aprile e sarà a discrezione degli assistiti scegliere se ritirare la fornitura di due periodi in un’unica soluzione o procedere in modo frazionato.
Tale disposizione è temporanea e limitata al periodo di emergenza COVID

 

circolare regionale

 

Gestione dei pazienti celiaci non residenti in Regione Lombardia che si trovano lì domiciliati a causa dell’emergenza Covid-19

Si riportano in allegato i riferimenti territoriali ai quali i cittadini stessi potranno riferirsi per l’attivazione transitoria del Servizio che avverrà attraverso la prescrizione degli alimenti su Ricetta Rossa previo accordo tra la ATS di domicilio lombarda e l’ASL di residenza del cittadino.

circolare regionale

Elenco contatti celiachia
 

OSSIGENO

Nuovo percorso regionale per ossigenoterapia domiciliare

Al fine di far fronte alla richiesta di ossigeno sul territorio, dovuta al perdurare dell'emergenza sanitaria, Regione Lombardia ha istituito un nuovo percorso per la consegna di ossigeno liquido al domicilio del paziente per tutto il periodo di durata dell'emergenza, in aggiornamento a quanto precedentemente comunicato.

Questo percorso si applica unicamente ai nuovi pazienti che necessitano di ossigeno terapia a domicilio; le forniture già attive non dovranno essere modificate.

Per quanto riguarda il territorio di ATS Pavia il percorso prevede che il medico prescrittore trasmetta la richiesta (tramite ATS) al fornitore il quale si occuperà della consegna al domicilio, cosi da restringere i tempi di attivazione.

Nulla cambia nell'erogazione dell’ossigeno gassoso in regime SSN da parte delle farmacie territoriali.

 

Nota regionale

Nuovo percorso

 

Carenza ossigeno gassoso e conseguente possibilità di erogare in farmacia ossigeno liquido e concentratori.

A causa della carenza di ossigeno gassoso sul territorio, è possibile prescrivere su ricetta "rossa" RUR l'ossigeno liquido, con consegna domiciliare all'assistito, o il concentratore indicando flusso in litri/minuto nelle 24 ore.

L'erogazione da parte delle farmacie deve seguire le modalità di tariffazione dettagliate in nota.

Comunicazione regionale 

 

 

GESTIONE FARMACIE

Richiesta invio flusso di monitoraggio farmacie

Ai Titolari/Direttori di farmacia è richiesta la compilazione del file in caso di:

  • sospetta infezione
  • contatto con un caso accertato di infezione
  • positività

di uno dei dipendenti o del Titolare/Direttore della farmacia.

Il file deve essere inviato all’indirizzo pec vigilanza_farmacie@pec.ats-pavia.it e ATS deve essere tenuta aggiornata sull’evoluzione dei casi.

A seconda delle criticità segnalate, ATS provvederà a contattare il Titolare/Direttore della farmacia per condividere idonee strategie di intervento sulla attività della farmacia.

 

File monitoraggio

 

Indicazioni per la consegna ricette da parte delle farmacie mese contabile aprile 2020

 

In analogia con quanto avvenuto per il mese contabile di marzo, le farmacie lombarde potranno inviare la DCR-FUR fino al 9 maggio c.a. alle 20:00. I sacchi delle ricette trattenute verranno consegnati durante la consegna ricette di inizio giugno, salvo diverse indicazioni.

 

Comunicazione regionale marzo

Comunicazione regionale aprile