INGRESSO/RIENTRO DALL'ESTERO IN ITALIA - CHE FARE?

Spostamenti dall'estero in vigore dal 16/12/2021 fino al 31/01/2022

-----------------------------------

OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DEL PROPRIO INGRESSO AL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

Ai sensi dell'art. 50 comma 2 del DPCM del 2 Marzo 2021 e ss.mm.ii. sino al 15/12/2021 resta, per tutti coloro che fanno ingresso in Italia con provenienza da qualsiasi paese estero (esclusi lo Stato della Città del Vaticano e la Repubblica di San Marino), l’obbligo di legge di informarne il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente.

Per dare la comunicazione ad ATS PAVIA collegati QUI

Si avverte che, oltre alla compilazione del modulo di localizzazione in forma cartacea o digitale ( dPLF - digital Passenger Locator Form) al link: https://app.euplf.eu/#/ , da presentare a chiunque sia deputato a effettuare i controlli, la comunicazione al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Locale competente per territorio resta OBBLIGATORIA e la sua mancata trasmissione configura una violazione sanzionata nei termini di legge. In caso di nucleo familiare/gruppi, la comunicazione dovrà essere trasmessa per ogni componente, compresi i minori.

L’Ordinanza del Ministero della Salute del 28/08/2021 suddivide gli Stati in 5 elenchi contrassegnati dalle lettere da A ad E, prevedendo differenti misure, come specificato nelle sezioni sotto riportate (per accedere all’informazione cliccare sull'elenco/nazione di interesse).

IN EVIDENZA LE PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE:

- La nuova ordinanza del Ministro della Salute dispone che anche coloro che arrivano dai Paesi in Elenco C dovranno presentare un tampone molecolare negativo effettuato entro le 48 ore prima del rientro in Italia oppure antigenico rapido entro le 24 ore, oltre al green pass per avvenuta vaccinazione. Chi non possiede entrambi i requisiti ha l’obbligo di sottoporsi ad isolamento fiduciario di 5 giorni e ad un ulteriore tampone (molecolare o antigenico) al termine di tale periodo (v. link alla sezione ELENCO C)

- L’ordinanza ha aggiornato anche la lista dei Paesi in elenco D e modificato il periodo di validità dei tamponi che devono essere effettuati prima del rientro in Italia:

  • ELENCO D:  nel caso venga effettuato un tampone molecolare, è valido se eseguito nell’arco delle 72 ore prima dell’arrivo in Italia. Fa eccezione il il Regno Unito, per cui il termine è ridotto a 48 ore. Nel caso di test antigenico, deve essere effettuato nelle 24 ore prima della partenza.

 

  • ELENCO E:  il tampone molecolare deve essere effettuato nelle 72 ore prima dell’arrivo in Italia. Il test antigenico deve essere effettuato nelle 24 ore prima della partenza

 

- Resta vietato, fino al 31 gennaio 2022, l'ingresso e il transito in Italia alle persone che nei 14 giorni precedenti hanno soggiornato o transitato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Malawi, Mozambico, Namibia, Eswatini, tranne che per i cittadini italiani che hanno la residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 26 novembre 2021. Per le misure in vigore, consulta la sezione dedicata Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Malawi, Mozambico, Namibia, Eswatini.

Per ulteriori informazioni è possibile inviare un’e-mail all’indirizzo dedicato: rientriestero@ats-pavia.it 

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE -  sezione  all'ELENCO B  - clicca QUI

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE - sezione dedicata all'ELENCO D - clicca QUI

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE - sezione dedicata all'ELENCO E - clicca QUI

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE - sezione dedicata alle DEROGHE - clicca QUI

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE - sezione dedicata ai Voli COVID-tested - clicca QUI

Collegamento dal sito web Ministero della SALUTE - sezione dedicata ai CORRIDOI TURISTICI -  clicca QUI