CAMPAGNA VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE 2020-2021

CAMPAGNA VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE 2020-2021

16 ottobre 2020

CAMPAGNA VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE 2020-2021

In provincia di Pavia il 19 ottobre parte la campagna vaccinale contro l’influenza stagionale.

Mai come quest’anno, la vaccinazione antinfluenzale è la migliore arma a nostra disposizione per limitare le complicazioni dell’influenza e per ridurne la diffusione. Nell’attuale situazione, in cui sarà prevedibile la contemporanea circolazione di virus influenzali e Covid-19, la vaccinazione aiuterà a semplificare la diagnosi, la gestione dei casi sospetti e ridurrà il rischio della contemporanea sovrapposizione delle infezioni. L’utilizzo della mascherina, il distanziamento e le misure di prevenzione continuano ad essere le uniche armi per contenere la trasmissione dell’infezione da Covid-19.

La vaccinazione è gratuita e prevista per le categorie di seguito indicate:

  • pazienti fragili:
  • donne in gravidanza o nel periodo immediatamente “postpartum”;
  • soggetti over 65;
  • operatori sanitari;
  • bambini fino al sesto anno d’età.

In particolare, i bambini tra 6 e 24 mesi verranno vaccinati con vaccino iniettivo, mentre per i bambini dai 2 ai 6 anni sarà utilizzato un vaccino spray nasale.

I vaccini sono somministrati presso:

  • ambulatori dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta, che hanno aderito alla campagna o in locali esterni messi a disposizione dai Comuni o a domicilio nel caso di pazienti allettati o impossibilitati a deambulare (previa prenotazione)
  • centri vaccinali dell’ASST di Pavia

Il medico curante darà indicazioni al proprio assistito circa le modalità di effettuazione della vaccinazione.

Vaccinazione antipneumococcica

Il vaccino antipneumococcico 13 valente è offerto in primo luogo ai pazienti con patologie a rischio in coerenza con PNPV tra i quali ricomprendere anche i pazienti risultati Covid-19 positivi che hanno riportato sequele (documentate clinicamente) nell’ambito dell’apparato respiratorio in seguito a patologia da Covid-19.

In relazione alle disponibilità e all’organizzazione di ogni singola ATS è prevista la somministrazione alla coorte dei nati nel 1955. Il vaccino antipneumococcico 23 valente è offerto ai pazienti che l’anno scorso hanno effettuato la vaccinazione antipneumococcica 13 valente (classe 1954)

 

Patologie a rischio per cui è offerta la vaccinazione antipneumococcica

In modo prioritario sarà offerta una schedula sequenziale PCV13+PPV23 in alcune condizioni definite come ad alto rischio per malattia invasiva batterica, di seguito elencate:

  • immunodeficienze congenite o primarie (difetti genetici: aumentata suscettibilità alle infezioni con esordio precoce nel neonato o nell’infanzia, e occasionalmente in età più avanzata),
  • immunodeficienze acquisite o secondarie (conseguenti a malnutrizione, neoplasie con metastasi e leucemie che coinvolgono il midollo osseo, trattamenti con radio-chemioterapia e farmaci ad azione immunosoppressiva, immunosoppressione per trapianto e malattie autoimmuni, asplenia anatomica o funzionale, infezioni a carico delle cellule del sistema immunitario come HIV/AIDS),
  • perdite di liquido cerebrospinale,
  • portatori di impianto cocleare,

· emoglobinopatie e talassemie.

 

In tutte le categorie a rischio di seguito elencate sarà valutata dagli operatori sanitari dei centri vaccinali la possibilità di somministrare una prima dose con vaccino coniugato 13-valente seguita da una dose di vaccino polisaccaridico 23-valente:

- Cardiopatie croniche

- Malattie polmonari croniche

- Diabete Mellito

- Epatopatie croniche, inclusa la cirrosi epatica e le epatopatie croniche evolutive da alcool

- Alcoolismo cronico

- Sindrome nefrosica o insufficienza renale cronica

Alle categorie sopra riportate si aggiunge la possibilità di offrire la vaccinazione antipneumococcica ai pazienti risultati Covid-19 positivi che hanno riportato sequele (documentate clinicamente) nell’ambito dell’apparato respiratorio in seguito a patologia da Covid-19.

Approfondimenti Sito Regione Lombardia - Influenza e vaccini: le raccomandazioni per la stagione 2020-2021

Allegati
Ultimo aggiornamento: 08/11/2020