Il tumore del colon retto

Il colon retto è la porzione finale dell’intestino e termina a livello dell’ano. Il tumore maligno del colon retto è il secondo tumore più frequente nelle donne e il terzo negli uomini; in Italia è la seconda causa di morte per tumore.

In genere, questo tumore si sviluppa da piccole formazioni benigne, chiamate polipi (o più precisamente “adenomi”), che tendono a formarsi nell’intestino con l’avanzare dell’età. Una piccola percentuale di questi adenomi può trasformarsi, col tempo, in un tumore vero e proprio. 

Studi scientifici (Hewitson P, 2008; Zorzi M, 2015) hanno dimostrato che il test di screening, che consiste nella ricerca del sangue occulto fecale ogni due anni dopo i 50 anni d’età, consente di:

  • individuare anche i tumori più piccoli, che si trovano ad uno stadio iniziale, e quindi di intervenire tempestivamente con terapie meno invasive e maggiori probabilità di guarire
  • prevenire l’insorgenza del tumore trattando i polipi che potrebbero trasformarsi col tempo.

L’importanza dello screening dipende dal fatto che questo tumore può crescere anche per 10 o 15 anni senza dare sintomi, ma è più facilmente curabile e persino prevenibile se ci si sottopone a controlli regolari.

Istruzioni per fare l'esame del sangue occulto

 Visualizza la brochure dedicata allo SCREENING COLON RETTO

 

DOMANDE FREQUENTI